Moquette come rivestimento di pavimenti esistenti

La moquette come rivestimento per pavimenti anche esistenti, la soluzione comoda, morbida, colorata, che ci fornisce ampia scelta grazie alla sua varietà di tipi.

La moquette è uno dei rivestimenti che maggiormente troviamo all’interno delle stanze d’albergo, ma nulla vieta anzi, di utilizzarla all’interno delle nostre abitazioni sopratutto negli ambienti dedicati alla zona notte come le camere da letto, poiché la copertura del pavimento realizzata con una morbida moquette conferisce all’ambiente una particolare sensazione di calore.
Come posare in opera la moquette

Applicare la moquette ad un pavimento esistente, potrebbe sembrare un’operazione complicata, ma in realtà non lo è.
La prima cosa da fare è prendere le dimensioni della camera in cui dovremmo poi successivamente andare a posare in opera la moquette. Successivamente si procede all’acquisto della moquette, questa in commercio si trova sottoforma di rotoli, la scelta della moquette ovviamente sarà legata alle caratteristiche da noi richieste ma molto importante, è che sia resistente al calpestio. Prima della posa bisogna assicurarsi che il pavimento su cui andremo a posare la nostra moquette sia perfettamente pulito e ben livellato.
rotolo di moquette

Il passo successivo è quello di srotolare il rotolo di moquette in tutta la lunghezza del pavimento stesso, dobbiamo assicurarci che la moquette sia perfettamente stesa ed aderente al supporto sottostante poi questa verrà livellata con un listello, in modo da togliere le eventuali bolle d’aria che si possono creare tra il pavimento e la moquette. Se ci sono delle parti in eccesso questa va eliminata con un taglierino specifico per la moquette, per evitare che questa si sfilacci.

Diverse sono le modalità di posa in opera della moquette, queste variano non solo in funzione della forma dell’ambiente che dobbiamo rivestire, ma anche in funzione della tipologia di moquette scelta. Una tecnica potrebbe essere quella della posa della moquette a quadrelle, che permette di realizzare un semplice rivestimento con la moquette, anche in quegli ambienti che presentano un perimetro molto sagomato.

moquetteLa moquette a quadrelle in commercio la si trova in dimensioni e tipi molto diversi, le dimensioni variano dai 30 x 30 cm ai 50 x 50 cm, questo tipo di formato a quadrelle ha il vantaggio di poter essere interrotto laddove ce n’è bisogno per poi essere ripreso in un altro punto.

La posa in opera della moquette a quadrelle rispetto a quella in rotolo richiede qualche accorgimento in più. La prima cosa da fare è quella di togliere il battiscopa e poi tracciare due linee perpendicolari tra loro che vanno ad incrociarsi al centro della stanza.

Si verrà a formare un angolo dall’incrocio delle linee, in quel punto si può iniziare ad applicare la specifica colla per moquette con l’utilizzo di una spatola dentata, un attrezzo comodo poiché evita la formazione di bolle d’aria. Dopo aver messo la colla si può posizionare la prima quadrella, per poi procedere lungo tutto il pavimento. Di solito il verso da seguire è quello che va dal centro verso i bordi.

posa in opera moquette

Per assicurarsi la perfetta aderenza delle quadrelle bisogna battere bene i bordi uno contro l’altro e poi bisogna battere sulla moquette attraverso una tavoletta con un mazzuolo.

Quando si arriva al bordo della parete potrebbe capitare, soprattutto se l’ambiente è irregolare che la quadrella che ci serve sia di dimensione o addirittura di forma leggermente diversa rispetto a quelle che abbiamo posato in opera, a questo punto con il cutter per la moquette dovremmo tagliare la quadrella della forma e della dimensione che ci serve per poi andarla a posa in opera.

Se la moquette ha il retro di gommapiuma la sua posa in opera è molto semplice. L’importante è che il pavimento sottostante sia asciutto, pulito e ben livellato. La prima cosa da fare è quella di posare il sottofondo in carta dopo averlo tagliato a misura e fissato con la graffettatrice.

Ai bordi della stanza poi va applicato il nastro biadesivo, se la stanza è grande, allora dovranno essere applicate delle strisce di nastro supplementare attraverso la stanza per fissare bene la moquette.
Successivamente si potrà rimuovere il supporto del nastro biadesivo e applicare la moquette assicurandosi di fare la giusta pressione così che questa aderisca perfettamente.
Come scegliere il colore giusto per la moquette

Cosi come si sceglie il colore per le pareti di una stanza allo stesso modo si sceglie il colore giusto per la moquette. La moquette di solito viene scelta come tipo di pavimentazione isolante perché è in grado di rendere le stanze più calde soprattutto in zone con climi freddi. La scelta del colore ovviamente dovrà tenere in considerazione elementi come il colore delle pareti e l’utilizzo dell’ambiente dove appunto dovremmo posare la moquette.

Oltre alle pareti bisogna anche prestare attenzione ad altri elementi d’arredo come tende, divani e anche la stessa essenza dei mobili in legno presenti se ci sono o degli altri elementi d’arredo.

colore della moquette
Inoltre bisogna tener presente anche l’illuminazione della stanza, talvolta l’utilizzo di una luce artificiale può alterare la percezione del colore della moquette scelto.
Al contrario invece la luce naturale, può schiarire i colori di una moquette scura nel corso del tempo, soprattutto se c’è esposizione diretta. I due colori più utilizzati sono il marrone chiaro e il beige. Per far la scelta giusta bisognerebbe prelevare un campione di moquette e guardarlo in diverse situazioni di illuminazione, così poi da arrivare a scegliere il colore adatto.

Come abbiamo visto bisogna considerare anche l’uso della stanza, se la stanza è per dei bambini visto che la moquette tende a trattenere peli e polvere sarà opportuno scegliere un colore scuro, poiché una moquette di colore chiaro mostra lo sporco e non è consigliata.

Inoltre di solito si preferiscono delle moquette non tinta unita, ma con delle trame dei disegni che sono un mix di tonalità chiare di beige e di marrone, queste tendono a nascondono lo sporco e sono ideali per sale polivalenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>